Panoramica e risultati dei percorsi di autorimprenditorialità migrante

La realizzazione italiana del progetto europeo ME4Change è iniziata il 24 aprile 2018, per concludersi ufficialmente l’11 marzo 2019, il progetto è stato implementato in partenariato da FGB, ICEI e x23, si è svolto presso FabriQ.

La struttura data al percorso di accompagnamento dei partecipanti è stata divisa in due fasi.

Il training si è svolto in classe, con lezioni frontali, erogate da tutor e trainer circa ogni due settimane, alterante da webinar e sportelli  di approfondimento. I partecipanti – selezionati tramite call pubblica – hanno imparato le basi per impostare un progetto imprenditoriale, lavorando in modo pratico sulle loro idee progettuali tramite degli esercizi che li hanno aiutati a copilare un primo Business Model Canvas.

La seconda fase di mentoring – a cui hanno avuto accesso sia gli iscritti al percorso precedente, sia partecipanti con idee più avanzate selezionati tramite una nuova call – invece si è sviluppata in diversi passaggi:

  • il match tra partecipanti e mentor
  • i colloqui 1to1
  • le sessioni plenarie
  • momenti di networking

Questa struttura articolata ha permesso di mantenere un doppio livello di approfondimento, da una parte entrando nel dettaglio delle necessità dei singoli progetti, dall’altra creando un ecosistema da cui attingere, sfruttando le esternalità positive date dal confronto costante tra partecipanti, mentor e partner nazionali.

Data queste premesse di contesto, il risultato più importante su cui porre l’accento rispetto all’implementazione  di ME4Change a Milano, è che ha permesso la creazione di una community: i  partecipanti ai corsi si sono conosciuti e sono entrati in rapporto, molti si considerano amici; i mentor e i partner associati hanno creato sinergie lavorative; è stato dato rilievo ai temi di supporto all’imprenditorialità migrante all’interno delle azioni milanesi e il progetto ME4Change è stato parte di questa agenda.

La costruzione di questo importante risultato è frutto della collaborazione tra i partner milanesi e il supporto della CE. E una doverosa menzione è da fare a favore dei mentor e tutor che hanno seguito il programma e affiancato i partecipanti, ben oltre quanto richiesto dal percorso, con passione e intelligenza.

La provenienza dei partecipanti è variegata, con un quadro di chi ha partecipato alla fase finale che è il seguente:

  • 4 Messico
  • 2 Egitto
  • 2 Senegal
  • 1 Perù
  • 1 Salvador
  • 1 Nigeria

La chiusura del percorso di accompagnamento all’imprenditorialità è avvenuta  con l’evento conclusivo di pitching: un momento di presentazione delle idee di fronte a una platea di stakeholder coinvolti nel progetto ME4Change, realmente interessati a poter sviluppare ulteriormente le potenzialità emerse dai progetti.

La panoramica dei progetti presentati vede una varietà di temi affrontati e sviluppati.

Il più diffuso riguarda il food, in 3 progetti su quattro viene inteso come import – export di prodotti alimentari e culinari: probabilmente il modo migliore di mantenere la connessione con le tradizioni di origine.

Il quarto caso invece riguarda la volontà di avviare un’attività di street food di prodotti tipici.

Gli altri 4 progetti imprenditoriali si diversificano molto tra loro: agenzia viaggi, moda etica, money transfer e digital.

Per descrizioni più approfondite sui progetti emersi da ME4Change facciamo riferimento agli articoli pubblicati sul blog di progetto: QUI il link.

Per il Team di FabriQ è stata un’esperienza unica e per quanto il progetto sia concluso, ci sono ottime basi di partenza per continuare collaborazioni e attivare connessioni.